Invisibile agli occhi.

41Fin da piccola mi divertivo a chiudere gli occhi e a provare a vivere muovendomi nello spazio ma senza l’ausilio visivo, cambiavo il tempo del pendolo interno per ascoltare il tempo delle cose.  Entravo dentro di me per uscire fuori da me. La mia domanda profonda e ostinata era sempre la stessa e continua ancora oggi ” cosa vedo senza gli occhi?” “cosa esiste se io non vedo?” .  Nonostante le urla di mia madre che si arrabbiava quando sbattevo contro le pareti o inciampavo nei gradini per strada, mi piaceva troppo quella sensazione di assenza, di incertezza, mi piaceva attingere da altre parti, esperienza-percezione-esistenza, bazzicavo dalle parti del buio senza aver ancora conosciuto la luce.
Mi piaceva toccare le cose per comprenderne le forme, le spinte intrinseche, la loro energia, sperimentavo la fisica, percepivo la spinta che esercitava nello spazio quell’oggetto e perdevo i confini tra me e l’oggetto. Nell’assenza di luce tutto era interconnesso proprio attraverso il buio, attraverso l’assenza della luce,  io ero immersa nell’ombra e così ero costretta non a vedere ma a “sentire”,  i suoni, gli odori, le temperature, le asperità… era questa la materia forse?

Ricordo di aver pianto nel leggere le stesse sensazioni nelle parole del protagonista Jean Floresses Des Esseintes nel romanzo di Joris Karl Huysmans, Controcorrente (À rebours).

Oggi in rete scopro questo magnifico signore che si chiama Wolfang Fasser, scopro che ama i boschi,  che é cieco e che cura i bambini disabili attraverso i suoni. Comprendo molto bene il suo percorso,  ma a parole non saprei esprimere la mia totale condivisione e ammirazione per le cose che fa e per la sua persona che sento così vicina e intima al mio stesso sentire.

Ve lo presento senza troppe parole,  so bene che capirete da soli :

L’articolo che il  Corriere della sera ha dedicato al nostro Wolfgang Fasser, alla sua esperienza di vita e alle attività di musicoterapia. Si intitola “L’uomo che cura i bambini con la cura del bosco
L’articolo,  un’intera pagina, può essere letto cliccando qui.

Video

Invisibile agli occhi – Wolfang fasser

Wolfgang Fasser: vedo con gli occhi del cuore

questo il suo sito

http://www.wolfgangfasser.ch

questo il sito dell’associazione “il trillo”

http://www.iltrillo.org/

 

a tal proposito segnalo la mostra la mostra multisensoriale “Vietato non toccare!

occhi_chiusi

Informazioni su zipstudio

100% idee, progetti, art-action, vintage, riciclo, fiori, piante...
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Invisibile agli occhi.

  1. fotosensibile ha detto:

    un grande contributo e un grande dono da parte tua che diffondi questa realtà alternativa, forse LA realtà.
    Renato

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...