il vasto mare si è originato da una sola goccia di rugiada

La rete di Indra


Ed è così: l’immenso contiente in se il piccolo e ogni cosa piccola (o che ci sembra tale) azione quotidiana, che facciamo per noi e per chi ci sta intorno, originerà il mare calmo e, nello stesso tempo, impetuoso della nostra vita. Ecco la “rete di Indra” che si materializza davanti ai nostri occhi… (Nichiren Daishonin)

.

“Si dice che nel cielo di Indra esista una rete di perle disposta in modo tale che, osservandone una, si vedono tutte le altre riflesse in essa. Nello stesso modo, ogni oggetto nel mondo non è semplicemente se stesso ma contiene ogni altro oggetto e, in effetti, è ogni altra cosa.”

NELLA CASA DI INDRA E’ DETTA ESSERVI UNA RETE DI PERLE SIFFATTA CHE SE NE GUARDI UNA TUTTE LE ALTRE VEDI IN LEI RIFLESSA: ALLO STESSO MODO, OGNI COSA AL MONDO NON E’ SOLO SE STESSA MA TUTTE LE ALTRE RACCOGLIE, E LEI DIFATTI E’ TUTTE LE ALTRE (Diamond Sutra)

Per anologia, per similitudine il nostro cuore riesce a percepire la vita fatta di un’infinita rete di fili che pervade tutto l’universo. I Fili orizzontali sono nello spazio, i fili verticali sono nel tempo. Ad ogni loro incrocio, c’è un essere. E ogni essere è una perla di cristallo. Il grande fulgore di un Essere Assoluto illumina e penetra ciascuna perla. E ciascuna perla riflette non solo la luce di tutti gli altri cristalli della rete, ma anche ogni altro riflesso dell’universo intero (la rete di Indra – RigVeda).

.

L’allegoria Buddhista della “Rete di Indra” racconta di una rete di fili infinita presente in tutto l’universo. I fili orizzontali corrono attraverso lo spazio, i fili verticali attraverso il tempo. Ad ogni incrocio di fili c’è un individuo e una perla di cristallo. La grande luce dell’ Essere Assoluto illumina e penetra ogni perla; inoltre ogni perla riflette non solo la luce proveniente da dall’essere assoluto, ma anche quella proveniente da ogni altra perla e dall’intero universo.

.

(…) Senza relazionarci con gli altri non potremmo mai comprendere chi siamo, quanto siamo vivi e importanti. Il bambino sa di esistere perché sua madre lo vede e lo ama. Anche la Luna esiste perché sta in relazione con il Sole e, dal momento che la guardiamo, entriamo in relazione con essa e sperimentiamo il nostro aspetto lunare. Nell’Altro possiamo vedere ciò che esiste dentro di noi e di cui non abbiamo coscienza. Attraverso le nostre relazioni possiamo completare i vuoti del nostro puzzle e quello degli altri. Continuamente la trama dell’universo si riversa nelle nostre piccole vite. Attraverso la connessione amorevole non facciamo altro che replicare sul piano umano un qualcosa che esiste da sempre e che le varie tradizioni religiose, da oriente a occidente hanno puntualizzato (relazione e religione non provengono entrambi da religere?). Se Scienza e Religione concordano su ciò, possiamo veramente credere che ogni nostra azione e pensiero volti all’Amore avranno una ripercussione sull’intera rete. A tale consapevolezza tutti siamo chiamati per operare un salto qualitativo nella nostra evoluzione umana e per costruire sulla Terra la rete di perle nel cielo di Indra.

testi tratti da:
http://www.nonsoloanima.tv/urech/index.php?entry=entry090114-111719

“L’elettrone è una totalità” (David Bohm)

.
“Non vi è nulla che possa considerarsi come un’unica e stessa
sostanza di cui l’elettrone consista in ogni istante.” (Hermann Weyl)
“In ogni particella di polvere, sono presenti innumerevoli Buddha.” (Avatamsakasutra)

.

“Tutto è trasparente (diaphanê), non vi è nulla di oscuro o impenetrabile, ogni cosa è visibile a tutte le altre fino nell’intimo, perché la luce è trasparente alla luce. E infatti ogni cosa le racchiude in sé tutte e vede in ciascuna riflesse tutte le altre, in modo che in qualunque luogo ci sono tutte le cose, ognuna è tutte e tutte sono ciascuna cosa e lo splendore non ha limiti”
(Enneadi V 8, 4, 4 – 8).

Informazioni su zipstudio

100% idee, progetti, art-action, vintage, riciclo, fiori, piante...
Questa voce è stata pubblicata in analisi, teorie, intuizioni, idee, ricordi, coevoluzione, Cura delle Persone, ecoadvertising, energia, omeostasi, semiotica, Teoria Generale dei Sistemi, torino e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...