Lo Stretto Indispensabile

La semplicità volontaria consiste nell’adottare un modo di vita meno dipendente dal denaro e che mira a soddisfare i veri bisogni, cioè a tracciare una linea tra i bisogni e i desideri. Si parla, a volte, anche di frugalità.

La semplificazione comincia con il rimettere in causa le abitudini prese a volte sotto l’influenza della pubblicità e della televisione. Ma abbiamo davvero bisogno di 20 detergenti diversi (uno per ogni superficie)? Abbiamo bisogno di 10 creme di bellezza diverse (una per ogni parte del corpo)? Abbiamo bisogno dell’ultimo lettore DVD immesso sul mercato? La semplicità volontaria ha un’andatura diversa per ognuno e comincia con la definizione dei propri bisogni e desideri.

E’ anche un alleggerimento della propria vita da tutto quello che la opprime per privilegiare l’Essere invece dell’Avere. La semplicità volontaria valorizza le relazioni umane e la solidarietà: l’aiuto reciproco permette infatti di risolvere molti problemi. Possiamo citare per esempio dei sistemi di scambio locali (SEL) basati sul baratto.

Praticare la desopprimizzazione. Per esempio archiviare solo le carte davvero importanti e i libri che adorate. Avrete meno bisogno di mobili, di spazio e, quindi, di articoli di cancelleria.

Il servizio pubblico è utile quando si vuole semplificare la vita. Ricorrere ai trasporti pubblici, alle piscine o alle biblioteche pubbliche evita degli sprechi (per esempio l’acquisto di una macchina).

La semplicità volontaria implica sovente di cercare l’autosufficienza, cioè fare da soli invece di comprare, per esempio nel giardinaggio, cucinare, cucire, e anche nel costruire o nel riparare la casa.

L’idea è anche di privilegiare il valore dell’usato: avere per avere senza alcun interesse. Non possedere se non cose di cui ci si serve veramente. Un libro che non avete riletto da dieci anni è un libro che starebbe meglio in una biblioteca. Un vestito che non avere portato per un anno potrebbe essere messo a disposizione di qualche associazione. Vi renderete presto conto che non avete bisogno di molto!

Informazioni su zipstudio

100% idee, progetti, art-action, vintage, riciclo, fiori, piante...
Questa voce è stata pubblicata in analisi, teorie, intuizioni, idee, ricordi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...