La sostenibilità non è una proprietà individuale, ma è una proprietà di un intera rete di relazioni.

Si tratta di una prassi comunitaria. Questa è la profonda lezione che dobbiamo imparare dalla natura. Il modo per sostenere la vita è quella di costruire e coltivare comunità. Una comunità sostenibile umana interagisce con le altre comunità – umane e non umane – in modi che consentono loro di vivere e svilupparsi secondo la loro natura.  La sostenibilità non significa che le cose non cambiano. Si tratta di un processo dinamico di coevoluzione piuttosto che una condizione statica.
A causa della stretta connessione tra la sostenibilità e la comunità, i principi di base dell’ecologia possono anche essere intesi come principi di comunità. In particolare, possono essere i principi guida per la costruzione e la valorizzazione sostenibile delle comunità di apprendimento.

La comunità di pratica
La rete è stata riconosciuta come il modello di base dell’organizzazione di tutti i sistemi viventi.  I sistemi biologici sono reti di reazioni chimiche; sistemi sociali sono reti di comunicazione. Negli ultimi anni le reti sono diventate un importante fulcro di attenzione non solo nella scienza, ma anche nella società in generale e per tutta una cultura emergente a livello mondiale.

Internet è diventata una potente rete globale delle comunicazioni, e sempre più aziende oggi sono organizzate come reti decentrate di unità più piccole. Reti simili esistono tra le organizzazioni no-profit e non governative. Infatti, “la rete” è stata una delle attività principali della politica di organizzazioni di base per molti anni.

Ci sono anche molte reti informali all’interno delle organizzazioni umane. Teorici organizzativi hanno chiamato queste reti “comunità di pratica“, in cui le persone si impegnano a costruire relazioni, aiutandosi a vicenda, e facendo attività quotidiane significative anche a livello personale.

All’interno di ogni organizzazione vi é un insieme di comunità di pratica interconnesse. Più persone sono impegnate in queste reti informali e più il livello viene sviluppato e migliori saranno le reti. L’organizzazione sarà in grado di imparare e rispondere in modo creativo alle nuove circostanze, si svilupperà il cambiamento evolvendosi. In altre parole, la vitalità dell’organizzazione risiede nella sua comunità di pratica. Queste considerazioni implicano che il modo più efficace per aumentare il potenziale di un’organizzazione in creatività e apprendimento e di consentire le comunità di pratica.

L’emergere di novità
Se la creatività dell’organizzazione e il potenziale di apprendimento soggiornano nelle comunità di pratica, come possiamo verificare che questi processi effettivamente si manifestano in queste reti di vita e di comunità?

Per rispondere a questa domanda, bisogna fare riferimento al flusso di energia e di materia attraverso tutte le reti viventi.  Nelle reti umane, questo corrisponde a un flusso di informazioni e di idee. In entrambi i casi, il sistema deve essere aperto a questo flusso di nutrimento per sopravvivere.  Nel corso degli ultimi 25 anni, la dinamica di questo flusso é stato studiato nei minimi dettagli.  Questi studi hanno portato a una scoperta molto importante, che è la seconda lezione dalla natura che i leader della trasformazione devono conoscere.

I sistemi viventi in genere rimangono in uno stato stabile, anche se il flusso di energia e materia attraverso di loro e le loro strutture sono in continua evoluzione. Ma ogni tanto, come in un sistema aperto, incontrerete un punto di instabilità, in cui vi è o un guasto o, più frequentemente, una nascita spontanea di nuove forme di ordine.

Questa emergenza spontanea di ordine in punti critici di instabilità, che è spesso indicato semplicemente come “emergenza”, è uno dei tratti distintivi della vita. E’ stato riconosciuto come l’origine dinamico di sviluppo, apprendimento ed evoluzione. In altre parole, la creatività – la generazione di nuove forme – è una proprietà fondamentale di tutti i sistemi viventi.

In una organizzazione umana, l’evento che innesca il processo di emersione può essere un commento casuale, che potrebbe anche non sembrare importante per la persona che lo ha fatto, ma è significativo per alcune persone in una comunità di pratica.  Perché è significativo per loro? Perché trasmette le informazioni rapidamente attraverso le reti dell’organizzazione.

Come circolano attraverso i vari cicli di feedback, le informazioni possono essere amplificate ed estese, anche a tal punto che l’organizzazione non può più assorbirle nello stato attuale dell’organizzazione. Quando ciò accade, un punto di instabilità è stato raggiunto. Il sistema non può integrare le nuove informazioni nel suo ordine esistente, ma è costretto ad abbandonare alcune delle sue strutture, comportamenti o convinzioni.  Il risultato è uno stato di caos, confusione, incertezza e dubbio.  Fuori da questo stato caotico, una nuova forma di ordine, organizzato intorno a un nuovo significato, emerge. Il nuovo ordine non è stato progettato da una sola qualsiasi persona, ma è il risultato della creatività collettiva dell’organizzazione.

Emergenza e Design
In tutto il mondo vivente, la creatività della vita si esprime attraverso il processo di emersione. ” Le strutture che si creano – strutture biologiche degli organismi viventi e delle strutture sociali nelle comunità umane – può essere appropriatamente chiamato “strutture emergenti“. Prima dell’evoluzione degli esseri umani, tutte le strutture viventi del pianeta sono state le strutture emergenti. Con l’evoluzione umana è arrivato il linguaggio, il pensiero concettuale, e tutte le altre caratteristiche della coscienza. Gli esseri umani sono oggi in grado di formulare obiettivi e strategie utili a creare strutture di progettazione.

Le organizzazioni umane contengono sempre sia le strutture progettate che quelle emergenti.  Le strutture formali della organizzazione sono progettate, come descritto nei documenti ufficiali.  Le strutture emergenti sono create da reti informali nell’organizzazione di comunità di pratica. (un esempio pratico da visitare http://www.emergentstructures.com/) I due tipi di strutture sono molto diverse, e ogni organizzazione ha bisogno di entrambi i tipi. Strutture progettate prevedono le norme e le procedure che sono necessarie per un funzionamento efficace. Esse forniscono la stabilità.

Le strutture emergenti, dall’altro, fornirscono novità, creatività e flessibilità. Le strutture emergenti sono adattabili, in grado di cambiare ed evolvere.  Nel complesso ambiente organizzativo di oggi, le strutture puramente progettate non hanno la reattività necessaria e la capacità di apprendimento.

Il problema non è quello di lasciare le strutture progettate a favore di quelle emergenti. In ogni organizzazione umana, esiste una tensione tra le sue strutture progettate, che incarnano i rapporti di potere, e le sue strutture emergenti, che rappresentano la vitalità dell’organizzazione e della creatività.  La sfida per i leader di oggi é di trovare il giusto equilibrio tra la creatività di emergere e la stabilità della struttura.

Un nuovo tipo di leadership
Capire l’importanza di far emergere la creatività in un organismo umano ha portato ad esplorazioni di un nuovo tipo di leadership. L’idea tradizionale di un leader è quella di una persona che è in grado di tenere una visione, di articolare chiaramente, e di comunicare con passione e carisma.

Questo è ancora importante, ma c’è anche un altro tipo di leadership, che consiste nel facilitare l’emergere di novità. Facilitare l’emergenza significa creare le condizioni piuttosto che dare le direzioni. Significa usare la forza dell’autorità di spronare gli altri. Entrambi i tipi di leadership hanno a che fare con la creatività. Essere un leader significa creare una visione, andando dove nessuno è mai giunto prima.  Significa anche tenere lo spazio della sua comunità nel suo insieme per creare qualcosa di nuovo.

Per facilitare l’emergere in modo efficace, i leader della comunità devono riconoscere e capire le diverse fasi di questo processo fondamentale di vita.  Emergere richiede una rete attiva di comunicazione. Facilitare l’emergere, quindi, significa prima di tutto costruire e coltivare tali reti di comunicazione.

Inoltre, abbiamo bisogno di ricordare che l’emergere di novità è una proprietà dei sistemi aperti, il che significa che l’organizzazione ha bisogno di essere aperto a nuove idee e nuove conoscenze.  Facilitare l’emergere che include la creazione di apertura – promuovere una cultura di apprendimento in cui la ricerca continua è incoraggiata e l’innovazione viene premiata.

L’esperienza della instabilità critica che precede la comparsa di novità può comportare incertezza, paura, confusione, insicurezza. I leader con esperienza riconoscono queste emozioni come parte integrante delle dinamiche e devono creare un clima di fiducia e di vicendevole sostegno.

Durante il processo di cambiamento, alcune delle vecchie strutture possono non funzionare, ma se il clima é favorevole e le retroazioni della rete di comunicazioni persistono, nuove strutture più significative saranno suscettibili ad emergere.  Quando ciò accade, le persone spesso provano un senso di meraviglia e di esaltazione, oggi il ruolo del leader è quello di riconoscere queste emozioni e fornire opportunità per la loro celebrazione.

I leader devono essere in grado di riconoscere le novità emergenti, articolarle, e incorporarle nella progettazione dell’organizzazione.  Non tutte le soluzioni emergenti saranno realizzabili, però, una cultura che sostiene l’emergere deve includere la libertà di sbagliare.  In una tale cultura, la sperimentazione è incoraggiata e l’apprendimento è apprezzato tanto quanto il successo.

Conclusione
Portare la vita organizzazioni umane responsabilizzando le comunità di pratica, non solo aumenta la loro flessibilità, la creatività e il potenziale di apprendimento, ma migliora anche la dignità e l’umanità delle persone dell’organizzazione, che si collegano con queste qualità in se stessi.  In altre parole, il focus sulla vita e di auto-organizzazione autorizzandone il sé.  Crea mentalmente ed emotivamente un sano lavoro e ambienti di apprendimento in cui le persone si sentono supportate nel tentativo di raggiungere i propri obiettivi e non devono sacrificare la loro integrità per raggiungere gli obiettivi dell’organizzazione.

fonte dell’articolo
http://www.ecoliteracy.org/essays/life-and-leadership-0

qui di seguito una carellata di libri da leggere sull’argomento… BUONA LETTURA!

L’arte è la pratica sociale con cui si mediano le relazioni e si influenzano…
L’arte diventa artefatto dell’educazione…

Informazioni su zipstudio

100% idee, progetti, art-action, vintage, riciclo, fiori, piante...
Questa voce è stata pubblicata in analisi, teorie, intuizioni, idee, ricordi, arte, coevoluzione, Condivisione del Surplus, Cura della Terra, Cura delle Persone, epistemologia, permacultura, semiotica, Teoria Generale dei Sistemi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...